Un vecchio pittore incontrò la gioia nel dolore.

20 Maggio 2020

 

Questa meravigliosa testimonianza è stata girata da Pino e Lucia, padre e figlia.

Ne esce “un quadro” in cui, a modo loro e con le loro “pennellate”, ci raccontano la loro esperienza con la malattia e l’assistenza domiciliare ADVAR.

 

“Eccomi qua, relegato in una stanza,

Libri, quadri e molta speranza,

non ho nulla da fare

così la mia storia vado a narrare

senza usar la fantasia

ma con un soffio d’ironia.

Questo giovane ottantenne

vi racconta ciò che avvenne.

Vi dirà come un vecchio pittore

incontrò la gioia nel dolore,

mentre avvinto dalla malattia

apparvero nella sua via

un dottore e un’infermiera

che lo seguiron mattina e sera.

Belli, colti e intelligenti

luminosi e non saccenti

professionisti abituati

a sanare gli ammalati,

angeli che san lenire il dolore

e la tristezza d’ogni cuore.

Ecco, un giorno, un altro prepotente,

Coronavirus lo chiama la gente,

tutti in casa ci ha costretto,

chi sul divano, chi sul letto.

Ma ora l’ADVAR ben armato

qui soccorre l’ammalato:

mascherine, guanti e amore,

disponibili a tutte le ore,

medici, infermiere e strutture

son pronti a curare le tue sciagure.

Lo sapevi che anche l’ecografia

han portato a casa mia?

Questi angeli cosa fanno?

Mi cureranno tutto l’anno?

Ora controllano la pressione,

il morale e l’emozione.

Tra visite e sorrisi smaglianti

Mi dicon parole incoraggianti,

Cureranno i miei mali

E non solo con medicinali.

Cosa avrei fatto senza di loro?”

 

Pino Filippone
Leggi tutte le storie
Grazie Lucia, grazie Pino. Avete raccontato, a modo vostro, un momento molto importante della vostra vita. E lo avete voluto condividere con tutti noi.

La solidarietà è un dono che attraversa il tempo.


Lasciti Testamentari
Solidali

Leggi di più