Rimanere Insieme è un progetto importantissimo nella rete dei servizi offerti dell’associazione, che offre la possibilità di partecipare gratuitamente a colloqui individuali e di gruppo, ed ai gruppi di auto mutuo aiuto, nei quali ciascuno può portare la propria esperienza e trovare nel gruppo ascolto e sostegno.

Un progetto magnificamente coordinato e gestito dal dottor Luigi Colusso e dal suo staff, le dott.sse Annalisa Moretto, Paola Fornasier, Tiziana Calligaris, Lia Liguori e dai volontari Maria Augusta de Conti, Famiano Zambon, Rita Cagnin e Paola Fantin.

Nasce il Tavolo Provinciale per la prevenzione dei gesti suicidari.

Un Protocollo di intesa per sancire un lavoro di rete, nel tentativo di prevenire il male di vivere e il gesto suicidario. A firmarlo, di fronte a un pubblico di oltre 300 persone, le istituzioni più importanti della Marca Trevigiana (e non solo), riunitesi il 15 settembre 2017 nell’Auditorium della Provincia per scrivere un altro capitolo di questo cammino collettivo.

Nel 2015, con l’iniziativa di Advar-Rimanere insieme – che da anni accoglie nell’elaborazione del lutto i superstiti (chi ha avuto tra i propri cari qualcuno che ha compiuto un gesto suicidario) –  è nato il Tavolo provinciale per la prevenzione dei gesti suicidari che, in due anni, ha portato alla firma del Protocollo di Intesa, vera svolta organizzativa e concettuale per dare il via a pratiche di prevenzione comuni.

Questo protocollo – ha affermato il Prefetto Laura Lega durante il convegno – sarà un vero punto di partenza per fare cose concrete in chiave di prevenzione. Ai numeri che vediamo sulle pagine dei giornali corrispondono persone, giovani e vecchie, ma anche le nostre forze dell’ordine, a contatto con situazioni spesso difficili”.

L’aumento delle richieste di aiuto ci ha invitato a profonde riflessioni, responsabilizzandoci rispetto alle conseguenze generali del fenomeno e alla sua prevenzione. Fare prevenzione del suicidio significa porre grande attenzione al lavoro di ascolto e accoglienza dei superstiti e proporre un setting di gruppo dedicato all’elaborazione di questo lutto. Al momento sono due i gruppi che Rimanere insieme offre ai superstiti, uno in Casa dei Gelsi e uno a Castelfranco, presso il consultorio familiare Ulss.

Prevenzione significa considerare in modo accurato l’eventuale indicazione all’ invio ad altri specialisti della salute, rimanendo di riferimento per costruire una rete che possa aiutare la persona ad affrontare la complessità della situazione.  Significa anche promuovere percorsi di formazione rivolti a operatori, volontari e semplici cittadini interessati. Percorsi che si sono già attivati, anche in ambiti scolastici.

 

Hai bisogno di informazioni?
Desideri conoscere le nostre attività, i gruppi o le modalità di incontro?
Siamo a tua completa disposizione.

Scrivici o telefonaci

Rimanere insieme svolge la sua attività all’interno dell’Hospice Casa dei Gelsi di Treviso e presso il Consultorio Familiare di Castelfranco Veneto