Adottare la cura significa…

Adotta la cura.

Due parole molto semplici. Ma la cui semplicità mira al cuore del significato più profondo del prendersi cura di persone che si trovano in fase avanzata o terminale di una malattia.

Adottare significa farsi carico della dignità di quella persona.

Ma come?

Con un gesto pratico e costante, garantendo che la cura sia possibile nel tempo.

Adottare significa abbracciare la bellezza della cura segnata dal femminile da sempre – gesto arcaico, oggi consapevole  – con un senso di paternità, come ha spiegato di recente papa Francesco parlando di orfanezza della società odierna. Paternità è la sicurezza. Ma è anche – ricordiamolo – la dolcezza.

Adottare la cura significa farsi garanti, per quanto è possibile, di tutto ciò che serve o urge a chi soffre. Donando serenità.

E in più un aiuto solido, reale, potente a chi ha già deciso da tempo di donare la propria vita, il suo ingegno e  la sua fatica; penso a tutti coloro che hanno contribuito all’esistenza dell’Advar, per accompagnare con saggezza e umiltà chi si avvicina alla fine e costruire momenti di gioia che sembrerebbero, davvero,  impossibili.

Ringraziamo per queste parole l’amica Paola Pastacaldi.

VOGLIO ADOTTARE LA CURA E SCELGO DI FARLO ORA!

—–> link alla pagina di donazione

La solidarietà è un dono che attraversa il tempo.


Lasciti Testamentari
Solidali

Leggi di più